Ci sono 32 utenti on line!


La crisi da Coronavirus: motore per scelte sostenibili
Mercoledì 03 Giugno 2020
Eleonora Truzzi

coronavirus-scelte-sostenibiliLa situazione di crisi economica che si è verificata a seguito della pandemia da COVID-19 è stata da tanti paragonata alla crisi che ha colpito l’Italia nel 2008. 

ASviS, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, ha realizzato un report sulla Legge di Bilancio 2020 e lo sviluppo sostenibile. Il documento riporta la situazione dell’Italia nei confronti dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 che era stata approvata dai Paesi delle Nazioni Unite. Tanti passi avanti sono già stati fatti, ma questa crisi va sfruttata in modo costruttivo per fare molto di più ed evitare di retrocedere. Ecco come il Coronavirus ci ha dato l’opportunità di effettuare scelte più consapevoli.

Il calo di emissioni CO2 durante il lockdown
Partendo dalla Cina, tutto il mondo si è reso contro del beneficio ambientale dovuto al periodo di lockdown. Essendo stata rallentata la produzione, anche i consumi di CO2 sono calati. I primi segni sono stati letti direttamente nella natura, essendo più pulite sia l’aria che l’acqua. Tuttavia, per poter fare sì che questo beneficio duri quanto più a lungo possibile, dobbiamo rivedere lo stile di vita assunto nella fase pre-Coronavirus.

coronavirus-scelte-sostenibili

Il contributo di ogni singolo individuo
La crisi da Coronavirus ha dato ad ogni singolo abitante della Terra la possibilità di analizzare e rivedere il proprio comportamento. I Governi hanno già dimostrato di poter apportare scelte significative in questo senso. Ma qual è il mindset che deve sviluppare ognuno di noi? Si è parlato tanto di tornare alla normalità, tuttavia è giusto ricreare la situazione che ci ha portati allo spreco di materie prime e all’innalzamento spropositato dei consumi? Ognuno di noi deve prendere una posizione e questa crisi è la giusta opportunità per rimboccarsi le maniche. I mercatini del second hand hanno già intrapreso da anni una strada sostenibile favorendo il riutilizzo e riducendo la produzione. Oggi, più che mai, siamo chiamati tutti ad effettuare scelte più in linea con il benessere dell’intero pianeta il quale, di riflesso, diventa anche il nostro.


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente