Ci sono 1 utenti on line!


Mercatini: una miniera inestimabile di opportunità
Mercoledì 19 Giugno 2019

L’avvento dei mercati dell’usato si perde nell’alba dei tempi: la loro presenza costante nella storia del commercio è testimone della grande popolarità di cui hanno sempre goduto. Le opportunità che offrono sono innumerevoli. .

I visitatori hanno la possibilità di scoprire dei tesori di inestimabile valore storico, artistico e anche di un’elevata utilità pratica. Quante volte ci è capitato di passeggiare assorti tra le baracche allestite nelle vie storiche di paeselli o di centri città e di notare un luccichio allettante tra la merce, intarsi, vesti antiche e vintage? Quante volte siamo stati attirati dalle caratteristiche peculiari e anticonvenzionali di un oggetto sul fondo di uno scatolone? Quante volte ci è capitato di notare delle cose che facevano riaffiorare i ricordi della nostra infanzia?

I mercatini dell’usato racchiudono, secondo me, questo e molto altro. La stessa parola “usato” è riconducibile a qualcosa di vissuto, longevo e ancora in grado di imporsi alla nostra attenzione e di regalarci emozioni inaspettate. Sta a noi avere la capacità di riconoscere i buoni affari. Gli storici, gli artisti, gli amatori e coloro che hanno una spiccata sensibilità sanno bene quanto il collezionismo, il restauro e il riuso degli oggetti usati possano arricchire di significato la nostra esistenza e la nostra quotidianità.

Come fare per trasformare casa, allora? Vuoi che il tuo stile si rifletta sugli interni senza dovere acquistare elementi d’arredo costosi appena usciti dalla catena di montaggio? Allora, un consiglio che mi sento di darti è quello di collezionare mobili e oggetti di seconda mano. Li potrai modificare, volendo, con il fai-da-te per ottenere un look vintage, shabby, boho o fuori dai canoni. Dona originalità al design includendo elementi antichi. L’importante è optare per pezzi unici, anche evitando le tendenze attuali se non di proprio gusto, per comunicare la personalità dell’arredo in un modo estremamente personale ed estroso.

Oltre a questo, c’è un grande vantaggio, spesso dimenticato, nell’acquisto e nello scambio dell’usato: l’eco-sostenibilità. Possiamo giovare al nostro pianeta trasformando i beni che passano di mano in mano. In quest’ottica, trovo molto utile la virtuosità dei mercatini nel mettere in vendita anche cose, non più utilizzate, appartenute a parenti e amici. Le mamme saranno felici di ottimizzare le spese sui vestiti, sulle corrozzine e su tutte quelle cose destinate a essere messe da parte con la crescita dei propri bimbi!

In conclusione, con una rapida ricerca su internet si possono trovare molti altri esempi di riuso virtuoso da cui trarre ispirazione. Vuoi uno stile unico? Divertiti a scambiare e personalizzare le tue cose in modo unico e originale, oltre che eco-sostenibile!


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente