Ci sono 19 utenti on line!


A Codogno per conoscere il mercatino Usart
Giulia GiarolaNews
Mercoledì 07 Dicembre 2016

Usart mercatino dell'usato CodognoNella bella cittadina di Codogno, in provincia di Lodi, c'è un mercatino dell'usato che oggi ha voluto raccontare la sua storia: Usart.

Qui su Mercatini d'Italia, i protagonisti dell'usato in conto vendita hanno la possibilità di farsi conoscere attraverso delle interviste che svelano un po' tutto di loro, da come hanno iniziato a ciò che pensano del futuro di questo settore.

La settimana scorsa eravamo a Bologna, nel mercatino Blocco24 di Manfredi. Oggi invece facciamo un viaggio in Lombardia dove ci accoglie a braccia aperte Aldo, nel suo mercatino Usart.

Aldo è nato a Roma ed è cresciuto con la magia e il fascino di Porta Portese. Ciò che mi è piaciuto della sua intervista è una frase in particolare: “Una volta entrati da Usart i clienti lasciano la noia fuori dalla porta”. Credo che sia una caratteristica intrinseca che appartiene all'usato, il fatto di non essere mai noioso, ma al contrario sempre ricco di sorprese inaspettate.

Usart: intervista al mercatino dell'usato di Codogno

Quand’è nato il tuo mercatino dell'usato e da dove viene la tua passione per questo settore? Usart è un negozio giovane, nato ad aprile 2015 quando per la prima volta mi sono affacciato in questo mondo non come cliente, ma venditore. Sono nato a Roma e il profumo dell'usato si assapora in ogni angolo. Mi ha sempre affascinato. Mi ricordo che insieme alla mia famiglia, fin da piccolo, andavamo al mercato dell'usato per eccellenza "Porta Portese". Un mondo variopinto dalle migliaia di sfumature dove scoprire ogni volta articoli nuovi e storie nuove. Perché ogni oggetto ha una sua storia e ascoltarla ti fa entrare in contatto con le persone che l'hanno posseduto. Tutto questo è affascinante.

Usart

In quali articoli è specializzato per la vendita? Non abbiamo un settore più o meno specializzato. In negozio si può trovare un bel vestito o un'asse da stiro, una lavastoviglie o una cucina completa, una camera da letto o un divano. Oggetti d'antiquariato o moderni, elettronica o attrezzi da lavoro. Vendiamo molti articoli un po' più grandi che rimangono a casa dei proprietari. Se interessati, prendiamo appuntamento e si vanno a visionare, in perfetta serenità di tempo.

Come sono i tuoi clienti? Ce ne sono molti di abituali? Tra i miei clienti ci sono tanti affezionati che puntualmente entrano anche solo per scambiare due chiacchiere o per trovare l'oggetto scontato e fare l'affare. Altri che entrano per la prima volta e rimangono affascinati, e li vedi girare con lo sguardo attento ed incuriosito. Di sicuro, una volta entrati, lasciano la noia fuori dalla porta.

Qual è stato l’oggetto più strano che hai venduto? E quello con la storia più affascinante? Più che oggetto strano è stato il momento ad assere fuori luogo. Ho venduto un presepio a gennaio e un condizionatore a novembre. L'oggetto con la storia più affascinante è stato un orologio da taschino italiano della Seconda guerra mondiale e un lavamani marocchino per gli ospiti, antico. Le usanze degli altri paesi sono stupende.

Usart

Quali sono le caratteristiche del tuo mercatino e per cosa si differenzia dagli altri? Usart è impostato come un vero e proprio negozio. L'ambiente è luminoso, ordinato e pulito. Ci sono spazi arredati dove poter guardare l'insieme. Siamo molto cordiali e sempre con il sorriso sulle labbra. Il cliente si deve sentire a casa propria e guardare gli articoli esposti in tutta tranquillità. Facciamo un'attenta selezione della merce, soprattutto per l'elettronica e il vestiario. Offriamo anche un servizio gratuito di ricerca per la merce che non abbiamo in negozio.

Quali sono gli oggetti usati che i tuoi clienti comprano più spesso? Il vestiario è il genere più ricercato, ma anche gli elettrodomestici, il mobilio e gli oggetti utili. Si vendono molto anche oggettini da regalo e bigiotteria. La qualità viene apprezzata da tutti.

Secondo te quale sarà il futuro dell'usato? Il futuro dell'usato è in continua crescita, sia per via della crisi che ci ha colpito, sia perché di usato buono, in ottime condizioni, ne è pieno il mondo. Il consumismo ci ha spinto e ci spinge a comprare ed ora ci ritroviamo, per esempio, con una marea di oggetti usati superflui. Molti miei clienti mi ripetono questa frase: "Io l'avrei buttato". È assurdo buttare un mobile, un oggetto solo perché non si ha il posto dove metterlo. Dobbiamo anche pensare al nostro pianeta. Perché, piuttosto che andar a riempire una discarica, quell'oggetto potrebbe avere un'altra storia nella vita di qualcun altro.

Informazioni utili su Usart: dov'è e come contattarlo

Aldo ti aspetta in via Andrea Costa, 32 a Codogno (LO). Per maggiori informazioni è possibile contattare il punto vendita al numero 0377 391144, oppure scrivere all'indirizzo email info@usartcodogno.it. Clicca mi piace sulla pagina facebook di Usart per vedere le ultime novità.

Anche tu vorresti raccontare la storia del tuo mercatino dell'usato? Se sei già iscritto nel nostro database presto riceverai la newsletter per partecipare, altrimenti contattaci tramite messaggio privato sulla pagina facebook di Mercatini d'Italia, al resto ci pensiamo noi. E non dimenticare... questa iniziativa è gratuita!


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente