Ci sono 31 utenti on line!


Millennials: i consumatori più attivi dell'usato
Giulia GiarolaNews
Mercoledì 27 Settembre 2017

Millennials

La popolazione under 45 è la più attiva nella Second Hand Economy: la metà rivela di aver comprato o venduto oggetti di seconda mano poiché considerano questa scelta intelligente e non convenzionale. Lo dicono gli ultimi dati forniti da Doxa per quanto riguarda il mercato dell'usato, sempre più presente nella vita degli italiani.

Un tipo di economia che genera un volume d'affari incredibile e che coinvolge il 50% della nostra popolazione under 45 che vende e acquista oggetti usati: i Millennials. Allora cerchiamo di conoscere meglio questa generazione, chiamata anche Generazione Y, per scoprire come attirare la sua attenzione e coinvolgerla ancora di più nel mondo dell'usato.

I Millennials: chi sono, cosa fanno, come vivono

Sono i giovani tra i 18 e 36 anni, ovvero quelli nati tra il 1980 e il 2000. In Italia ci sono circa 11 milioni di Millennials e rappresentano una generazione vasta ed eterogenea, con un unico comune denominatore: il 76% di loro è sempre connesso e lo è quasi sempre da cellulare. Questa è la generazione del nuovo millennio.

Millennials

I Millennials (o Echo Boomers) sanno cosa vogliono, dove cercarlo e soprattutto, quando lo trovano, lo comprano online. In pratica sono persone con il web a portata di mano, che si tratti di computer o smartphone.

Cerchiamo di riassumere le caratteristiche principali della Generazione Y:

1. Maggiore utilizzo e familiarità con la comunicazione, i media e le tecnologie digitali, che ha portato ad un approccio smart e innovativo ai consumi.

2. Questo spiega anche un forte orientamento verso lo scambio ed il commercio, ecco perché rappresenta un target che fa gola a marketing e pubblicità.

3. È una generazione plasmata da eventi, leader, sviluppi e tendenze sia di questi tempi sia di quelli passati.

4. I Millennials si destreggiano tra siti web, applicazioni e social network per almeno 2 ore al giorno (e solo il 13% di questo tempo è speso per messaggi e chiamate).

5. Inoltre parlano per immagini (foto, emoticons, video e gif) più che per parole. Questo indica il desiderio di essere coinvolti e intrattenuti in un contesto orizzontale, da pari a pari.

Millennials

6. Si tengono informati sui social, tengono in considerazione i forum e le opinioni degli altri utenti come loro e usano in modo sinergico e contemporaneo diversi schermi e device.

7. Sono esigenti e premiano i contenuti creativi che li fanno sentire ascoltati

8. Vengono chiamati anche Echo Boomers perché la Generazione Y presenta forti aumenti di natalità simili all'aumento delle nascite degli anni '50 e '60 (i cosiddetti Baby Boomers).

9. La Generazione Y viene chiamata Boomerang o Peter Pan a causa della propensione a ritardare alcuni riti di passaggio all'età adulta più a lungo rispetto alle generazioni precedenti, nonché a causa di una tendenza a vivere con i genitori per un periodo più lungo.

10. I Millennials non hanno grandi disponibilità economiche, ma non vogliono rinunciare a comprare, perché desiderano cambiare spesso guardaroba, arredamento e tecnologia. Ecco perché investono mediamente almeno 1000 euro all'anno nell'acquisto dell'usato e sono più propensi a vendere ciò che non utilizzano.


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente