Ci sono 1 utenti on line!


Ravenna 2013 – Fare i conti con l’ambiente
Domenica 15 Settembre 2013
Silvia Signoretti

ketty dalla priaE’ partito ieri, 25 settembre, Ravenna 2013 – Fare i conti con l’ambiente, il primo evento green italiano che si occupa di fare il punto sulla situazione ambientale con conferenze, workshop, laboratori ed eventi culturali che abbracciano il panorama italiano e quello internazionale. La manifestazione si svolge dal 25 al 27 settembre Ravenna ed è ormai giunta al suo sesto anno consecutivo. Si parla di tarttamento dei rifiuti, acqua ed energia, con un’occhio attento alla sostenibilità. Per l’occasione sono stati organizzati ben 6 conferenze, 26 workshop, 16 labmeeting e corsi e 12 eventi culturali.

Quest’anno, a Ravenna 2013, anche il mondo dell’usato è protagonista con l’organizzazione di un workshop dedicato a fare il punto della situazione in cui è stato coinvolto il direttivo dell’associazione nazionale degli operatori dell’usato, Rete ONU, L’organizzazione è nata nel 2011 e dopo due anni ha già raggiunto un significativo numero di adesioni e una serie di importanti traguardi nel percorso di regolamentazione del mondo dell’usato.

I mercatini dell’usato sono una risorsa fondamentale, anche secondo le direttive UE sulla prevenzione e riduzione dei rifiuti. L’Europa ha sottolineato che la preparazione e il riutilizzo sono dei nodi fondamentali per ridurre l’impatto ambientale del consumo. E’ per questo che mai come oggi gli operatori del settore hanno bisongo di una normativa che li tuteli e li faccia emergere, rendendo più semplice la gestione dell’attività e valorizzandola.

Rete ONU, insieme all’avv. Pietro Amico e al suo studio Spaxius, dietro il coordinamento di Alessandro Giuliani quale consulente legale, ha quindi redatto una bozza di legge sull’usato, da presentare al tavolo del governo.

Ravenna 2013 è quindi l’occasione giusta per presentare la normativa, che si avvia verso i tavoli del governo e potrebbe davvero dare nuovo lustro ai mercatini.

Tante sono le altre iniziative di Ravenna 2013, che muoveranno la città all’unisono, per consentire di scoprire le molte possibilità che derivano da una corretta gestione dell’ambiente e delle sue risorse.


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente