Ci sono 1 utenti on line!


Kreativ Italia, creatività al femminile!
Giovedì 12 Settembre 2013
Silvia Signoretti

Dal 13 al 15 settembre, dalle 8.30 alle 18.30, spazio alla fantasia nella cornice Altoatesina della fiera di Bolzano. Apre i battenti Kreativ, fiera della creatività al femminile, con un occhio attento, quest’anno, anche al riuso.

Nei mercatini dell’usato è sempre più frequente trovare persone che cercano spunti per dare sfogo alla loro fantasia. Gli oggetti vengono spesso acquistati così, quasi anonimi, e poi riportati in vendita con quel tocco in più dato dalla fantasia di uno dei molti artisti creativi che oggi in Italia stanno riscoprendo il gusto per l’arte. Forchette si trasformano in bracciali, cucchiai in ciondoli, copricerchi in eleganti vassoi e chi più ne ha più ne metta. L’Italia, si sa, è un paese di creativi e le donne, specie negli ultimi tempi, ne hanno fatto una vera attività, divenuta una forma di riscatto per molte.

Ecco che Kreativ punta proprio a questa creatività per raccontare le donne e la loro fantasia, dando anche il giusto sostegno perché questa manualità possa trasformarsi in un lavoro. Chiunque voglia scoprire le nuove tendenze, le nuove possibilità dei materiali, può trovare laboratori e spazi di lavoro, esposizioni e pratici spunti per iniziare a cimentarsi personalmente o semplicemente conoscere un nuovo mondo di oggetti e creazioni che rappresentano un settore importante per il nostro paese. Si tratta di nuove artigiane, capaci di rendere prezioso qualcosa di quotidiano.

Kreativ sarà aperta al pubblico, con tutti i laboratori e le attività, dal 13 al 15 settembre, dalle 8.30 alle 18.30, presso la fiera di Bolzano. Visitando il sito è possibile scaricare un buono sconto per l’ingresso alla manifestazione e scoprire tutte le attività proposte.


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente