Ci sono 1 utenti on line!


Collezionisti d'Italia: chi sono e cosa fanno
Mercoledì 23 Maggio 2018
Giulia Giarola

identikit-collezionista

Il collezionismo è un hobby molto antico e anche molto diffuso. Per alcuni è una moda, per altri un dolce ricordo da conservare accuratamente, per altri ancora un vezzo. C'è poi chi si ritrova collezionista a sua insaputa, ereditando magari da genitori o nonni oggetti del passato.

I mercatini dell’usato sono una manna dal cielo per i collezionisti. Qui, infatti, possono trovare tante cose da collezionare, come fumetti, pezzi d’arte, rare prime edizioni e così via. Ma scopriamo di più su questo settore e sulle caratteristiche tipiche di chi ama il collezionismo.

Collezionisti d'Italia: in quanti sono?

Secondo una ricerca promossa da Ipsos Explorer i collezionisti sarebbero un vero esercito: oltre sette milioni, in altre parole un italiano su otto colleziona qualcosa. Per la maggior parte è una passione che porta le persone a frequentare i mercatini dell’usato, i siti specializzati e le aste per scambiare doppioni e trovare pezzi rari. Per altri si può trasformare addirittura in un'ossessione.

collezionismo

Esistono poi coloro che sono collezionisti pur non sapendo di esserlo. Sono quelli che conservano le saponette degli alberghi dove sono stati, i cerini dei ristoranti dove hanno mangiato, etc. Definirli collezionisti a tutti gli effetti è pretenzioso: più che altro sono raccoglitori. Mentre i primi gestiscono la ricerca e si occupano della catalogazione, i secondi hanno a cuore soltanto l'accumulo: non importa il disordine o i doppioni, l'unico obiettivo è avere quante più cose (ed è qui che può sopraggiungere il problema ossessione).

Qual è l'identikit psicologico del collezionista?

La spinta principale di un collezionista viene da vari bisogni: possesso, ordine, conservazione e classificazione. Sono tendenze che nascono naturalmente nella prima infanzia, e oltre a dare sicurezza di sé e gratificazione, aiutano a conservare e non sprecare gli oggetti che si amano.

collezionare

Ecco le altre caratteristiche tipiche del collezionista:

  • cerca la completezza e la perfezione
  • ha una certa eccentricità legata alla stravaganza
  • è pignolo e ha un grande desiderio di catalogazione
  • è una persona abile e meticolosa
  • ama l’ordine e la classificazione
  • riesce a conciliare la passione e il raziocinio
  • ha una grande curiosità
  • è una persona ordinata che ci tiene molto alla pulizia

Sei un collezionista anche tu? Ti ritrovi in questa descrizione? Scopri il mercatino dell’usato più vicino a te per rendere la tua collezione ancora più grande. Potresti trovare proprio ciò che stavi cercando.


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente