Ci sono 26 utenti on line!


Secondamano Bimbo: il pianeta mamma a Parma
Giulia GiarolaNews
Mercoledì 01 Marzo 2017

secondamano bimboLa passione, si dice, smuove anche le montagne. E può essere la chiave per risollevarsi in un momento di difficoltà.

Come è successo con Raffaella, che oggi ci ha raccontato la sua avventura iniziata grazie a Secondamano Bimbo, il suo mercatino dell'usato specializzato in articoli per l'infanzia.

Per Raffaella il settore dell'usato ha rappresentato una grande svolta, perché le ha dato la possibilità di riscattarsi, di crearsi un lavoro, di fare esattamente ciò che voleva fare. Ma non sveliamo altro. Lasciamo la parola a lei.

Secondamano Bimbo: intervista al mercatino

Quando è nato il tuo mercatino dell'usato e in quali articoli è specializzato per la vendita? Ho aperto il mio negozio Secondamano Bimbo 10 anni fa, il 18 settembre 2006. A gennaio di quell'anno ero appena diventata mamma di Serena e scoprii un mondo bellissimo: quello dei bimbi! E dei genitori ovviamente. Dove lavoravo mi avevano fatto capire che dopo la gravidanza non sarei stata più ben voluta in ufficio.

Così decisi di rimboccarmi le maniche e di crearmi un lavoro sfruttando proprio la mia passione: dare nuova vita agli articoli per l'infanzia. Ed ecco che il mio sogno si è trasformato nel mio mercatino, dove i clienti si “dimenticano” che gli articoli in vendita sono usati, perché tutto è sempre perfetto, lavato e pulito. È un lavoro impegnativo, ma sono molto contenta dei risultati!

secondamano bimbo

Come sono i tuoi clienti? Ce ne sono molti di abituali? Ho clienti di tutte le età, dai futuri genitori ai nonni che arredano le loro case e preparano le loro auto per tenere in sicurezza i nipoti. Ho genitori che tornano anche dopo anni perché in attesa del secondo bimbo, questo mi dà grande soddisfazione ed è una spinta ulteriore per dare il meglio. Come dico sempre ai miei clienti: “Ogni sera tornando a casa ho imparato qualcosa di nuovo da voi e dalle vostre esperienze”.

Quali sono gli articoli per l'infanzia che i genitori comprano più spesso nel tuo mercatino? Difficile identificare un oggetto più acquistato, partendo da trio e passeggini i clienti cercano oggetti di tutti i tipi per prendersi cura dei loro bimbi. Quello che trovano nel mio mercatino è sicuramente usato di qualità a prezzi convenienti, e questo sicuramente è molto apprezzato.

secondamano bimbo

Secondo te quale sarà il futuro dell'usato? Penso che l'usato sia un mercato in espansione, a patto che tutti noi gestori di mercatini ci impegniamo a conquistare la fiducia di clienti, che non sempre sono a conoscenza di questa alternativa ecologica al nuovo quandi si tratta di articoli per l'infanzia.

Raffaella ti aspetta a Parma in via Alghero 7/A. Per maggiori informazioni è possibile contattare il punto vendita al numero 349 5759565, oppure scrivere all'indirizzo email info@secondamanobimbo.it. Clicca mi piace sulla pagina facebook di Secondamano Bimbo per vedere le ultime novità.

Come partecipare alle interviste di Mercatini d'Italia

Ti piacerebbe raccontare la storia del tuo mercatino dell'usato per farlo conoscere meglio? Vorresti pubblicare un'intervista su Mercatini d'Italia? L'iniziativa è gratuita e partecipare è davvero semplicissimo. Ecco cosa devi fare:

1. Vai alla pagina Facebook di Mercatini d'Italia e scrivici in un messaggio privato la tua richiesta di partecipazione, indicando il nome del tuo mercatino dell'usato. 

2. Appena possibile ti risponderemo per farti sapere quando verrà pubblicata la tua intervista e ti daremo le informazioni di cui avrai bisogno. Non dovrai pensare a nulla se non rispondere a qualche domanda e inviarci alcune foto del tuo punto vendita. Di tutto il resto ci occupiamo noi!

3. Il giorno della pubblicazione il tuo articolo sarà online sul nostro sito e lo condivideremo su Facebook. Fatto!


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente