Ci sono 35 utenti on line!


Mercatopoli Parma Sud: il negozio dell'usato
Giulia GiarolaNews
Mercoledì 23 Novembre 2016

Mercatopoli Parma SudMercoledì scorso abbiamo conosciuto Rita e il suo mercatino dell'usato Gli Stracciaroli. Oggi ci spostiamo da Roma e facciamo una viaggio fino a Parma per andare alla scoperta non di un semplice mercatino, ma di un vero e proprio "negozio dell'usato", come lo definisce il proprietario Alessandro. Si tratta di Mercatopoli Parma Sud, uno dei punti vendita del famoso network che vanta oltre 100 negozi in tutta Italia.

Sono rimasta affascinata dal modo di Alessandro di raccontare il mondo dell'usato, che fa parte della sua vita e del suo lavoro. Per lui è una fonte continua d'ispirazione e gli piace a tal punto da parlarne in maniera molto poetica. Tant'è che nella sua intervista ha scritto una breve poesia che trasmette tutto il suo amore per l'usato.

Mercatopoli Parma Sud si racconta

Mercatopoli Parma Sud

Quand’è nato il tuo mercatino dell'usato e da dove viene la tua passione per questo settore? Non amo chiamarlo “mercatino dell'usato”, che credo svilisca un po' il mio lavoro, bensì preferisco definirlo negozio: Il Negozio dell'usato di Alberi di Vigatto, Mercatopoli Parma Sud. Dopo 5 anni che vendevo antichità nei mercati su piazza, facevo traslochi e sgomberi, ho deciso di focalizzare le mie tre attività all'interno di un luogo preciso. Allora il locale era di 400 metri quadri.

Siamo nell'anno 2005, quando ancora a Parma non esisteva nessun Mercatopoli e credendo da subito nelle potenzialità di questo logo, di questo marchio, di questo modo di essere che appunto si differenziava dal solito, spesso impolverato e stantio, con cose alla rinfusa, aprii il primo punto vendita Mercatopoli di Parma.

Nel 2010 ci siamo trasferiti acquistando e ristrutturato il posto dove ora continuiamo l'attività che conta 1500 metri quadri d'esposizione, diviso su due livelli e tre colleghi (dipendenti). Al piano terra (1000 metri quadri circa) abbiamo oggetti, elettrodomestici, mobili, quadri, libri. Al primo piano (500 metri quadri circa), diviso da tutto il resto e raggiungibile tramite due comodi vani scale o un ascensore, si trova il reparto abbigliamento.

In quali articoli è specializzato per la vendita? Non è facile individuare in modo preciso articoli che vengono venduti più di altri, possiamo dire che la vendita è sicuramente molto influenzata dalla stagionalità del prodotto e che siamo molto forniti e competenti un po' in tutto. Ovviamente prediligiamo prodotti di qualità.

Nel reparto mobili tutti i giorni arrivano nuovi esemplari che cercano il loro posto nel mondo e noi aiutiamo loro a farlo. Nel reparto abbigliamento serviamo una media di 50 persone al giorno. Per non parlare del reparto libri, dove la libreria suddivisa per generi, autori (questi addirittura suddivisi per ordine alfabetico) conta una superficie di oltre 80 metri quadri. Gli oggetti sono ampiamente esposti nelle vetrine, sui tavoli e ogni categoria ha il suo reparto.

Mercatopoli Parma Sud

Come sono i tuoi clienti? Ce ne sono molti di abituali? Chi entra nel mio negozio deve uscire con la convinzione di aver vissuto un'esperienza fantastica, paragonabile ad una strana sensazione che riscalda il cuore. Clienti, amici, conoscenti, simpatizzanti, compagni.

Qual è stato l’oggetto più strano che hai venduto? E quello con la storia più affascinante? L'ideale che trascende il banale, nonostante tutto ricordo il legame che mai si scisse tra me e quella cosa. Sepolta nella soffitta, smarrita in un cassetto, riposa in quella scatola non dimenticata, ma scostata dal pensiero, ora. Protetta da quella leggera coltre di grigia polvere ricordo quanto fosse importante, in quel momento e mi vergogno un po' della disattenzione.

Ah, le passioni! Quella sensazione momentanea che fa percepire un'attrattiva inequivocabile tra noi e quello che ci si pone a fronte. C'era una volta un oggetto usato: dimenticato per essere ricordato, smarrito per essere ritrovato, celato per essere rinvenuto, rianimato per essere venduto, per essere acquistato. Ora.

Gli oggetti, i libri, i mobili sono tutti strani e particolari: basta saper parlare loro e soprattutto basta saper ascoltare. La cosa più strana che ho cercato di vendere? Direi un marito dopo che la moglie m'aveva pregato di farlo! ;)

Mercatopoli Parma Sud

Quali sono le caratteristiche del tuo mercatino e per cosa si differenzia dagli altri? Mercatopoli Parma Sud si differenzia da tutti gli altri per ordine, pulizia, qualità della merce esposta, disponibilità a risolvere qualsiasi tipo di problema, correttezza e passione. Inoltre abbiamo un comodo parcheggio privato di oltre 300 metri quadri, e i locali sono riscaldati d'inverno e climatizzati d'estate.

Qualcuno una volta mi disse che tutto sommato noi vendiamo fiducia.

Secondo te quale sarà il futuro dell'usato? Questa domanda è difficile. Quale sarà il futuro dell'usato...

Sentieri dove il passato ritorna
nei Pensieri,
di chi,
ha voluto cercare
il perché delle cose
nel cassetto dei sogni.

L'usato è attorno a noi, dentro di noi e sostanza della quale siamo composti. L'usato come ancora di salvezza. L'usato come possibilità di ulteriore evoluzione. Io so che il futuro di Mercatopoli Parma Sud sarà meraviglioso!

Mercatopoli Parma Sud

E non dimenticare... (informazioni utili)

Alessandro ti aspetta in via Gian Pietro Sardi 33/35 a Parma. Per maggiori informazioni è possibile contattare il punto vendita al numero 0521 257055, oppure scrivere all'indirizzo email parmasud@mercatopoli.it. Clicca mi piace sulla pagina facebook di Mercatopoli Parma Sud per vedere le ultime novità!

Anche tu vorresti raccontare la storia del tuo mercatino dell'usato sul sito di Mercatini d'Italia? Se sei già iscritto nel nostro database presto riceverai la newsletter per partecipare, altrimenti contattaci tramite messaggio privato sulla pagina facebook di Mercatini d'Italia.


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente