Ci sono 31 utenti on line!


Garage Sale Kids 2015: il 25 e 26 aprile a Roma
Giulia GiarolaNews
Mercoledì 08 Aprile 2015

Si avvicina a gran velocità la terza edizione del Garage Sale Kids, il primo Festival per bambini e famiglie dedicato alla sostenibilità! Si svolgerà sabato 25 e domenica 26 aprile a Roma, nell'Ex-Cartiera Latina, al Parco Regionale dell'Appia Antica.

Di cosa si tratta? L'iniziativa, giunta al suo terzo appuntamento, è organizzata dall'Associazione culturale Garage Sale Kids, fondata da professionisti nel settore della comunicazione. Il progetto nasce nel 2012 per diffondere tra grandi e piccini la cultura dell'ecosostenibilità e quindi creare un percorso di educazione ambientale volto al rispetto della natura e alla scelta di uno stile di vita sano e responsabile. L'edizione del 2015 sarà caratterizzata da una formula rinnovata, ricca di novità e proposte per le famiglie. Sarà un vero e proprio Festival della Sostenibilità 100% Family Friendly.

Il tema della sostenibilità è importante oggi più che mai perché rappresenta una sfida, quella di garantire i bisogni alle generazioni attuali senza compromettere la possibilità che le generazioni future riescano a soddisfare i propri. Essere ecologici, ridurre i consumi e agire nel segno di una maggiore attenzione verso il bene comune, sono tutte buone pratiche da far conoscere ai bambini, perché saranno loro i protagonisti del futuro e anche i portatori di un cambiamento radicale nel modo di vivere e di consumare.

La famiglia è il posto ideale in cui insegnare, giorno dopo giorno, tante piccole azioni capaci di fare la differenza: ad esempio evitare sprechi inutili, riutilizzare un oggetto o un giocattolo invece di buttarlo via, avere rispetto delle cose che si possiedono, creare qualcosa di nuovo utilizzando materiali di recupero, e ovviamente dare il buon esempio condividendo questi semplici gesti quotidiani con amici e parenti. I bimbi, attraverso il gioco e l'esperienza diretta, possono imparare quanto sia bello, utile e vitale prendersi cura dell'ambiente che li circonda.

Il 25 e 26 aprile saranno due giorni dedicati a incontri, scambi e condivisione di idee su tre principi fondamentali: ri-usa, ri-gioca e ri-pensa! Grazie ad un'area espositiva e un nuovo programma culturale animato da laboratori, workshop e presentazioni, l'evento offrirà ai visitatori, alle aziende e alle istituzioni, lo spazio perfetto per riflettere e dare vita a percorsi comuni di sostenibilità. Ci saranno stand incentrati sul mondo dell'usato per bambini ed espositori a tema “green”. Per di più ampi spazi verdi, bio food e momenti di intrattenimento per stare insieme e divertirsi all'insegna di uno stile di vita alternativo e decisamente migliore.

Il Festival sarà suddiviso in 3 aree tematiche:

1. Consumo ma non spreco! Area che si rifà ai Garage Sale anglosassoni, i mercatini in cui le famiglie fanno pratica di riuso, riciclo e baratto.

2. Esplora, gioca e impara! Percorsi ludico-educativi per bambini centrati sui temi dell'ecosostenibilità e del benessere, con iniziative a favore di uno sviluppo più sostenibile.

3. Family Living! Lo spazio per parlare di consumo critico e scelte d'acquisto responsabili, per rispondere alle esigenze delle famiglie sui temi dell'infanzia, della genitorialità, del work-life balance e del tempo libero.

Nelle prime edizioni il Garage Sale Kids ha riscontrato un grande successo, con più di 1.500 presenze e con attività artistiche e ricreative che hanno coinvolto circa 500 bambini fino a 12 anni. Questi numeri confermano le potenzialità di un progetto che ha per protagonista assoluto un pubblico sempre più consapevole e attento alle buone pratiche della sostenibilità sociale, culturale e ambientale.

Vuoi saperne di più? Vorresti partecipare? Scopri subito tutti i dettagli del Festival sul sito ufficiale: Garage Sale Kids


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente