Ci sono 36 utenti on line!


Cambio dell'armadio e pulizie di primavera
Giulia GiarolaNews
Mercoledì 25 Marzo 2015

Quest'anno la primavera è arrivata in modo un po' speciale, il giorno dell'equinozio infatti ha coinciso con l'eclissi che ci ha tenuti con gli occhi (ben protetti) verso il sole. Una partenza curiosa per una stagione straordinaria nella quale tutto torna alla vita dopo il gelo dell'inverno.

Gli alberi sono in fiore e la natura celebra questo periodo di rinascita con colori e profumi indimenticabili! Il sole scalda piacevolmente le nostre giornate sempre più lunghe e luminose, e anche noi usciamo da quel letargo invernale fatto di ore passate in casa tra coperte e tè caldo.

È ufficialmente giunto il momento di rimboccarsi le maniche per cominciare le tanto fatidiche pulizie di primavera! Spalanchiamo le finestre e facciamo entrare un po' di aria nuova, questo è il periodo dell'anno perfetto per fare del sano decluttering in casa, eliminando tutto il superfluo che soffoca, si accumula e crea confusione nelle nostre stanze e nella nostra mente.

Ricordiamoci che riordinare non deve essere per forza un compito stressante, lungo e noioso. Al contrario, è un'attività che se svolta con la giusta organizzazione ci regalerà tanti benefici, a partire dal benessere nell'avere una casa pulita e in ordine dove tutto è al suo posto e gli sprechi sono soltanto un lontano ricordo.

Per prima cosa è bene svuotare il proprio armadio e fare il cambio di vestiti che ci permetterà di avere a portata di mano l'abbigliamento ideale per la stagione in corso. Via giacche, sciarpe e maglioni. Riponiamoli nei sacchetti di cellophane per evitare che si riempano di polvere e mettiamoli in scatoloni che possiamo lasciare in cantina o in garage, dove sappiamo di avere il posto adatto per le cose invernali che ormai non servono più.

A questo punto è necessario fare anche una selezione dell'abbigliamento primaverile che ci è rimasto dall'anno scorso, perché sicuramente ci sarà qualcosa che - nonostante le ottime condizioni - non vogliamo più indossare. I gusti cambiano, la moda cambia e nell'armadio i vestiti che non indossiamo più occupano spazio prezioso.

Che fine fanno le maglie e i pantaloni che non servono più? Guai a buttare via tutto, sarebbe uno spreco enorme. C'è una soluzione semplice, veloce ed ecologica che permette addirittura di guadagnare denaro: portare l'abbigliamento inutilizzato in un negozio dell'usato! Troverete sempre qualcuno interessato ai vostri articoli se sono ancora in perfetto stato, perché il vantaggio dell'usato sta proprio nella qualità a prezzi accessibili, bassi e competitivi. Ecco come disfarsi degli abiti che non desideriamo più, ammortizzare le spese in famiglia e allo stesso tempo comprare tutto quello che vogliamo spendendo la metà rispetto al nuovo. Insomma, risparmio e guadagno insieme... Come resistere?

Una volta finito con l'armadio procediamo con il resto della casa. Questo sarà un lavoro più lungo da fare, quindi armatevi di pazienza e olio di gomito! Dopo l'inverno svegliamo la casa dal suo torpore, ma niente paura, bastano pochi semplici passi:

1. Tende, materassi, federe e tappetti hanno bisogno di una bella rinfrescata, perché anche se non si vede la polvere si accumula parecchio nei tessuti ed è bene lavarli con cura.

2. Passiamo adesso ai vetri e ai pavimenti, è ora di togliere gli aloni e i segni della pioggia dalle finestre e far risplendere dove camminiamo eliminando sporco e batteri.

3. Anche mensole, porte e librerie avranno bisogno di essere lavate e disinfettate.

4. E alla fine direi che pure la cucina vuole la sua parte, è bene ripulire il frigo e sbrinare il freezer almeno un paio di volte l'anno e già che ci siamo perché non farlo adesso?

5. Attenzione però, non dimentichiamoci di riordinare i cassetti. Sì, proprio quelli nei quali regna incontrastato il caos più assoluto. Gli stessi dove non troviamo mai le cose importanti che ci servono quando siamo in ritardo!

Ultimo consiglio di oggi: prima di cominciare è fondamentale scegliere la playlist preferita e alzare lo stereo a tutto volume! Grazie alla musica tutto sarà più divertente, facile e veloce.


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente