Ci sono 34 utenti on line!


Lavoretti riciclosi per le feste!
Monica Ferraccioli
Mercoledì 24 Dicembre 2014

Sono arrivate le vacanze di Natale! Sia per necessità, sia per stare al riparo dal freddo intenso di questi giorni, il rischio è quello di far trascorrere ai bambini gran parte del loro tempo libero davanti allo schermo della tv o tra i negozi di un centro commerciale.

Bidonzolo e Zia Flora, gli amici di Baby Bazar, ci insegnano invece come divertirsi con loro e trascorrere le giornate insieme in modo costruttivo e coinvolgente! Ecco che cosa non può mancare: fantasia, creatività, ironia. Sono questi gli ingredienti essenziali per dare vita a qualcosa di sorprendente, partendo da materiali che abbiamo facilmente a portata di mano. Ogni giorno buttiamo carta, bottiglie di plastica, scatole di Tetra Pak, confezioni di latta, tutti materiali che si possono riciclare per creare nuovi divertenti giocattoli e proteggere l’ambiente.

Nel nuovo episodio di Bidonzolo, #AlberellodiNatale, impariamo a realizzare un albero decorato riciclando i rotoli di carta, un’idea fantastica anche per un regalo da portare agli amici durante le feste. Nei video precedenti, invece, Zia Flora ci aveva insegnato a creare un#gufetto a partire da un vasetto di yogurt, e un simpatico #mostriciattolo porta caramelle semplicemente con una bottiglia di plastica. Ci avreste mai pensato? Colla, forbici e colori sono gli strumenti immancabili della cassetta degli attrezzi dei piccoli, con cui possono dare forma a tutte le loro idee!

Per i bambini riciclare è un gioco e come tale viene acquisito in modo facile e naturale. Possono essere loro ad aiutarci a fare del riutilizzo una pratica abituale, sensibilizzandoci a un impegno concreto a favore dell’ambiente. La riduzione degli sprechi, infatti, riduce le emissioni di anidride carbonica in atmosfera e, di conseguenza, contribuisce ad aumentare il nostro benessere e quello delle prossime generazioni.

Oltre al riciclo creativo, anche il riuso è divertente: si possono coinvolgere i figli nel riordinare la cameretta, invitandoli a scegliere i propri giocattoli e a stabilire che cosa non sia più per loro utile. I giochi non utilizzati, se funzionanti e in buono stato si portano al negozio dell’usato che, in caso di vendita, rimborsa fino al 50% del prezzo assegnato agli articoli per la vendita. Con il guadagno si possono scegliere tante cose nuove, di ottima qualità, praticamente a costo zero. È facile comprenderne la convenienza: quanto vengono sfruttati i vestiti e i giochi dai bambini? Con quale rapidità ci si trova a dover rinnovare il loro guardaroba?

Sono moltissime le cose che possiamo riciclare e riutilizzare, ogni giorno, per ideare qualcosa di unico e creare giochi, oggetti e capi ultra personalizzati. Non ci resta che scoprire le grandi opportunità dell’usato e dare via libera alla fantasia!

A tutti, l’augurio di un Natale più sensibile e rispettoso, ricco di momenti felici!


Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!




Ciò che fino a oggi ha limitato la vendita dell’usato è stato un problema di percezione.
Quando una persona va al ristorante non si pone la questione se il piatto in cui mangia sia stato utilizzato da qualcun altro.
Eppure se lo chiede quando acquista un abito o un mobile di seconda mano.
Ma è palpabile l’evoluzione verso questo nuovo stile di vita.
Alessandro Giuliani
su Il Salvagente